Sabato 8 Novembre 2014 · Ore 16.00

III Edizione

Organizzazione

Associazione Futile Utile

Luogo

Teatro Comunale D’Andrea

Curatori

Ennio e Pierpaolo Bellucci

Interventi Musicali

I 5 dell’88
Complesso Bandistico Città di Pratola P.

Interventi Musicali

I 5 dell’88
Complesso Bandistico Città di Pratola P.

III Edizione

Sabato 8 novembre va in scena il Premio Nazionale Pratola 2014 – III Edizione. Ad ospitare la kermesse il Teatro Comunale D’Andrea. Dopo il successo ottenuto con le precedenti edizioni anche quest’anno torna la manifestazione curata dall’Associazione culturale Futile Utile. Diverse le personalità premiate grazie al loro impegno e alle compentenze nel proprio ambito lavorativo. I Premi Speciali vanno a Gianni Letta, Giovanni Legnini, Sergio Zavoli. Nel corso dell’evento sono stati assegnati riconoscimenti in diversi ambiti. Per la Sezione Economia il premio è andato a: Mauro Cianti, Ceo Don The Fuller Jeans; Maximo Ibarra, Ceo Wind Telecomunicazioni; Roberto Marinucci, Ceo Fater Spa. Per la Sezione Cultura il riconoscimento è andato a Diego Grilli, già addetto culturale per gli Istituti Italiani di Cultura all’estero. Per la Sezione Turismo a Antonella e Domenico Santacroce, albergatori. Il maestro del figurativo, Italo Picini, riceve il premio per la Sezione Arte. Per la Sezione Giornalismo, Giuseppe Guastella, inviato del Corriere della Sera. Per la Sezione Sport, Luigi Gino Carrozza, gia’ campione italiano di atletica leggera. Il Premio Solidarietà è stato assegnato a Padre Renato Frappi, parroco di Pratola Peligna. Per la Musica il riconoscimento è andato a I 5 dell’88, storico gruppo sulmonese che si è poi esibito durante l’evento. La manifestazione ha visto anche la partecipazione del Complesso Bandistico di Pratola Peligna. “Provo sempre le stesse emozioni quando torno in Abruzzo – ha detto Gianni Letta – È come se non fossi mai andato via. È una gioia essere accolto dalla mia gente nella mia terra, come oggi al Premio Nazionale Pratola”. Il senatore Sergio Zavoli ha voluto evidenziare il suo legame con l’Abruzzo e i suoi trascorsi ciclistici, come giornalista. “Taccone – ha ricordato Zavoli – fu un pilastro della trasmissione sul giro d’Italia, Il Processo alla Tappa, che segnò allora il modo di fare televisione, privilegiando l’aspetto umano nello sport, piuttosto che quello utilitaristico a discapito della persona. Da “provinciale” – ha continuato Zavoli – amo molto tornare in provincia come accade oggi a Pratola Peligna. La provincia rimane il tratto più significativo del nostro Paese. In provincia si coltivano ancora i sentimenti e i valori hanno ancora un senso. Questo premio conferma ciò ed è destinato a durare”.

Premi Speciali

sezione premio speciale

sezione premio speciale

I Premiati

sezione economia

Galleria Fotografica

DICONO DI NOI

Tutte le Edizioni